Da Amici al trionfo di Sanremo: l’anno super di Angelina Mango

di Redazione
0196588827327

È Angelina Mango ad aggiudicarsi la 74° edizione del Festival di Sanremo con il brano La Noia, scritto insieme a Madame e Dardust. Il successo della giovane cantante di Maratea sul palco dell’Ariston suggella un periodo ricco di soddisfazioni iniziato la scorsa primavera con il secondo posto ad Amici di Maria De Filippi (e prima nella categoria canto) e gli ottimi risultati ottenuti dalle sue hit Ci pensiamo domani e Che t’o dico a fa’.

Angelina Mango è la prima donna a trionfare nella kermesse sanremese dopo 10 anni ed è pronta a sbarcare all’Eurovision Song Contest che si terrà il prossimo maggio a Malmoe, in Svezia. L’ex concorrente di Amici si è classificata davanti a Geolier e Annalisa ottenendo il 40% dei voti generali.

Oltre alla vittoria finale, di Angelina verrà ricordata l’esibizione che ha incantato e commosso tutti durante la serata delle cover quando ha interpretato il brano La Rondine di suo padre Pino Mango, scomparso nel 2014, pur essendosi classificata seconda alle spalle di Geolier, non senza polemiche da parte del pubblico dell’Ariston.  

Chi è Angelina Mango: gli inizi e l’approdo ad Amici

Nella vita di Angelina Mango è apparso sin da subito inevitabile che la musica potesse giocare un ruolo fondamentale. Cresciuta a Lagonegro, in provincia di Potenza, e figlia di due artisti – il cantautore Pino Mango e l’ex cantante dei Matia Bazar, Laura Valente – ha iniziato sin da piccola a fare musica insieme a suo fratello Filippo. La morte prematura del padre nel 2014 ha inciso fortemente su Angelina che dopo quella perdita ha interrotto gli studi iniziati presso il liceo scientifico per poi riprenderli nel 2016 dopo il trasferimento della famiglia a Milano. La nuova vita milanese ha rappresentato un nuovo inizio per Angelina anche in campo musicale dove ha iniziato a cantare in un gruppo nel quale il fratello Filippo era batterista.

Nel 2020 sono arrivati i primi lavori, con il singolo Va tutto bene che ha anticipato il suo primo album Monolocale. La giovane cantante si fa conoscere sempre di più al pubblico aprendo diversi concerti di artisti ed esibendosi nella Milano Music Week del 2021. Il suo percorso professionale prosegue con la firma del contratto con Sony Music e la produzione di nuovi brani nel 2022 tra cui i singoli Walkman, Formica e Rituali.

La svolta arriva con la partecipazione all’edizione 2023 del talent show di Amici di Maria De Filippi: Mango si classifica al secondo posto generale trionfando nella categoria canto. Nel talent show di Canale 5 Angelina aveva come coach Lorella Cuccarini, che ha ritrovato sul palco dell’Ariston come co-conduttrice nella serata di venerdì.

Il successo in estate con Ci pensiamo domani

Dopo la fortunata parentesi ad Amici per Angelina Mango la strada verso il successo si è fatta in discesa. A seguirla dallo scorso maggio è l’influente manager Marta Donà, al fianco di diversi artisti dello spettacolo – da Francesca Michielin a Marco Mengoni e Alessandro Cattelan, e fino al 2021 anche i Måneskin. Sempre a maggio è stato pubblicato il singolo Ci pensiamo domani che ha anticipato di una settimana il nuovo album Voglia di vivere. Il brano è subito entrato tra i tormentoni estivi del 2023 ed è valso il triplo disco di platino grazie al grandissimo numero di ascolti in streaming. L’album Voglia di vivere ha ottenuto il disco d’oro dopo aver esordito alla seconda posizione nella Classifica FIMI Album.

In estate si è messa in mostra prendendo parte anche a diverse manifestazioni musicali come il Tim Summer Hits e Battiti Live.

L’exploit estivo ha portato anche a diversi sold out nei locali per il suo tour musicale partito in autunno. Successo prolungato anche dal nuovo singolo Che t’o dico a fa’, pubblicato ad ottobre, anch’esso premiato con il disco di platino.

La consacrazione a Sanremo e il toccante ricordo del padre

L’ascesa rapida e inarrestabile della giovane cantante lucana non poteva che trovare il suo culmine sul palco del Festival di Sanremo. In passato aveva già provato a far parte della kermesse sanremese: nel 2021 aveva partecipato alle selezioni di Sanremo Giovani non venendo però ammessa.

È andata molto meglio quest’anno: il suo brano La noia, scritto insieme a Madame e Dardust, si è classificato al primo posto della classifica finale coronando un percorso pieno di soddisfazioni iniziato la scorsa primavera con la partecipazione ad Amici. “Penso che la noia sia essenziale e che quei momenti siano del tempo in più che abbiamo, non del tempo perso” – ha spiegato Mango parlando del suo brano in gara. Era dal 2014, quando fu Arisa a trionfare con Controvento, che un’artista donna non vinceva il Festival di Sanremo.

La giovane cantante, però, ha lasciato il segno in questo Festival anche con la toccante esibizione andata in scena nella serata del venerdì, quella dedicata alle cover. Per la speciale gara Angelina ha deciso di portare sul palco La rondine, tra i brani più famosi del padre Pino scomparso nel 2014 all’età di 60 anni; la performance è stata eseguita insieme al quartetto d’archi dell’Orchestra di Roma e ha commosso il pubblico che le ha tributato una lunga standing ovation. Questa cover de La rondine è stata tra le più apprezzate nonostante si sia classificata al secondo posto alle spalle di Geolier, verdetto ampiamente contestato dal pubblico presente in sala.  

Nota di colore: durante l’esibizione nella serata finale la Mango sulle note finali della canzone, risalendo le scale dopo essere scesa in platea, è inciampata e caduta ma si è subito rialzata chiudendo con un sorriso. Questo è stato il suo Festival e non è stato certo un inciampo a fermarlo.