25 anni di Spice Girls

di Redazione
 
spice girls kikapress

Il 1996 ha visto l’esplosione del fenomeno Spice Girls, che vedevano la luce col loro primo album Spice.

A distanza di 25 anni esce oggi, 29 ottobre, Spice (25th Anniversary Edt.), per celebrare il disco che lanciò il gruppo britannico tutto al femminile sulla scena musicale internazionale. Un successo che le ha fatte diventare un fenomeno musicale che, a suo modo, ha segnato quel periodo.

Pronti allora a fare un tuffo indietro negli anni ‘90, seguendo le orme di Victoria, Geri, Emma, Mel C e Mel B?

Spice… ed è subito successo

Spice è il primo disco in studio delle Spice Girls, nonostante il gruppo si fosse formato ben due anni prima, in un modo del tutto particolare. Bo Herbert e il figlio Chris avevano l’intenzione di creare un gruppo pop tutto al femminile, sulla falsariga delle boy band di quel periodo, come per esempio i Take That. Come fare?

I due decidono di mettere un annuncio sul «The Stage», in cui venivano ricercate ragazze «street smart, extrovert, ambitious and able to sing and dance».

Inutile dire che a rispondere furono centinaia di ragazze, ma alla fine ne vennero scelte soltanto cinque: Geri Halliwell, Victoria Adams, Melanie Jayne Chisholm, Melanie Janine Brown e Michelle Stephenson, che lasciò poi il gruppo e fu sostituita da Emma Bunton.

Il lancio di Spice fu anticipato da quello del singolo Wannabe, con cui il gruppo raggiunse subito un successo immediato (primo nelle classifiche di 31 Paesi).

Il disco rimase in testa alla classifica inglese per ben sette settimane consecutive, vendendo complessivamente oltre 23 milioni di copie.

L’ascesa nell’Olimpo della musica pop fu repentina: Spice vendette 1,8 milioni di copie nel solo Regno Unito, divenendo l’album con le vendite più rapide di sempre dai tempi dei Beatles. E il paragone con i quattro ragazzi di Liverpool non mancò di certo, tanto che si iniziò a parlare di Spicemania (riprendendo il termine Beatlemania coniato negli anni ’60).

Gli anni successivi: fama, addii, reunion

L’anno successivo all’esplosione del fenomeno Spice, il gruppo pubblica un secondo album, Spiceworld. È inoltre protagonista di un film, Spice Girls – Il film, di Bob Spiers: anche se non rientra certo tra i capolavori della settima arte, l’opera fa comprendere come la band fosse decisamente sulla cresta dell’onda.

Il 12 e 13 ottobre del 1997 le Spice Girls tengono un grande concerto a Istanbul, del quale viene girato un film, trasmesso sulla televisione britannica e venduto in videocassetta. In quell’anno si registra anche una partecipazione a Sanremo.

Ma le cose si evolsero in un modo sicuramente inaspettato dai fan, e forse anche dalle stesse ragazze: nel maggio del 1998 Geri decide di lasciare il gruppo, dedicandosi successivamente alla carriera da solista. L’annuncio provocò due reazioni opposte: da un lato il crollo delle azioni della casa discografica EMI, dall’altra un boom di vendite dei primi due dischi. Le ragazze rimaste intendono comunque continuare con il loro progetto, e riescono a ottenere nuovi successi, per esempio con il singolo Goodbye, il cui titolo sembra un chiaro riferimento all’abbandono di Geri. 

Nel 2000 esce Forever, che non ottiene però il successo dei precedenti album. Gli scarsi risultati sono il preludio allo scioglimento del gruppo, annunciato nel dicembre del 2000.

Il gruppo si è riunito successivamente più volte. Tra il 2007 e il 2008 le Spice Girls decidono di ricomporre il gruppo, pubblicando il loro Greatest Hits ed esibendosi durante il tour The Return of The Spice Girls.

Successivamente, si ritrovarono insieme per cantare alla cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici di Londra nel 2012.

Che fine hanno fatto le Spice?

Nonostante queste successive reunion, che ebbero comunque un notevole successo di incassi e di fan, si può dire che il periodo d’oro delle Spice Girls sia stato tanto breve quanto intenso, essenzialmente dal 1996 al 1999.

Ma a venticinque anni dall’uscita del disco che le consacrò, che fine hanno fatto le componenti originali?

Victoria Adams – Posh Spice

Chiamata così per la sua attenzione per la moda, abbandonata la carriera da solista non si è smentita: è infatti oggi una delle più importanti imprenditrici nel settore. Nel 2005 ha creato il marchio VB Rocks, e l’anno successivo quello DVB Style, insieme al marito David Beckham.

Oggi ha un marchio che porta il suo nome e che è presente sulle principali passerelle.

Geri Halliwell – Ginger Spice

Lasciato il gruppo, si dedica alla carriera da solista, pubblicando vari album e ottenendo un notevole successo. Si ricorda in particolare la fortunata cover di It’s Raining Men.

Nel maggio del 2015 ha sposato Christian Horner, direttore sportivo della Red Bull Racing.

Melanie Jayne Chisholm –  Sporty Spice

Considerata la sportiva del gruppo, anche Mel C intraprese una carriera da solista, con numerosi album all’attivo. Ha inoltre iniziato una carriera teatrale, che l’ha portata a recitare nel musical Blood Brothers (nomination ai Laurence Olivier Award come Miglior attrice in un musical) e in Jesus Christ Superstar, dove interpreta Maria Maddalena.

Emma Bunton – Baby Spice

Soprannominata con quest’epiteto per la sua giovane età e per l’aspetto da bambina, è la Spice che ha ottenuto più successo come solista, vendendo 6 milioni di copie dei propri lavori, rimanendo sempre sullo stile pop, più orientato però verso sonorità proprie degli anni ‘60. L’ultimo disco è del 2019, My Happy Place. È stata anche conduttrice di alcuni programmi televisivi.

Melanie Janine Brown – Scary Spice

Chiamata così per il suo carattere esuberante, dopo un primo successo col singolo I Want You Back, ottenne scarsi risultati come solista. Ha partecipato a vari programmi televisivi, sia come partecipante che come conduttrice, come X FactorAustralia e America’s Got Talent. La sua vita privata non è stata molto fortunata: ha avuto un figlio con Eddie Murphy, che però ricorse al test del DNA perché convinto non fosse suo. Il suo matrimonio con il produttore Stephen Belafonte è finito dopo averlo accusato di violenza domestica.